Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
30 novembre 2009 1 30 /11 /novembre /2009 14:54

di Ninnj Di Stefano Busà

Ieri, 29 novembre 2009 si è tenuta ad Aulla in Lunigiana l'edizione unificata dei Tre Premi 2009. La giuria molto qualificata rimasta invariata, formata da Guido Zavanone, Ninnj Di Stefano Busà, Giuseppe Benelli, Massimiliana De Vecchi, Anna Magnavacca, Piera Bruno, Marina Pratici, Ignazio Gaudiosi e Nello Maccani ha deliberato la rosa dei prescelti. I primi classificati sono stati premiati con medaglie d'oro. La Sala Congressi del Comune di Aulla gremita come per le passate edizioni da un folto e qualificato pubblico ha svolto un dibattito al mattino sulla produzione letteraria di Sirio Guerrieri, che è stato per tanti anni il fondatore e l'anima di tutte e tre i premi. Il dibattito ha avuto molti interventi interessanti sulla figura e l'opera del Prof. Guerrieri che ci ha lasciati nell'aprile scorso. Vi sono state punte  di massima commozione e partecipazione alla lettura di alcuni  brani poetici dell'autore con i quali si è voluta ricordare e commemorare la figura di Guerrieri nell'agone letterario di oggi.
Il Prof. Guerrieri, una figura di spicco nel dioramo dell'ultimo cinquantennio di Storia della Letteratura, aveva segnato lo spartiacque tra il Realismo letterario di Aldo Capasso e il Minimalismo sperimentalistico della nuova avanguardia, da quest'ultimo movimento si era tenuto lontano e non aveva mai aderito allo spirito di contrasto di una letteratura che vuole rinnovare se stessa, senza proporre e mettere in luce effetti di varianti storiche concrete.

Condividi post
Repost0
30 novembre 2009 1 30 /11 /novembre /2009 14:11

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: un pacco di savoiardi, 800 gr. ricotta fresca, 2 etti di zucchero, scaglie di cioccolato fondente, mezzo etto di cacao amaro, cognac e alchermes.

Foderate uno stampo di vetro o di ceramica che somigli ad una grossa coppa con della carta da forno. Sistemate alle pareti dello stampo i savoiardi leggermente passati nel cognac. In un altro recipiente unite e mescolate insieme la ricotta, lo zucchero, il cacao, il cioccolatto a scagliette e l'alchermes incorporato goccia a goccia. Amalgamate bene tutti gli ingredienti, versare questo composto all'interno della corona di savoiardi già predisposti, livellare la superficie con la lama di un coltello, cercando di non lasciare vuoti, spolverizzate altre scagliette di cioccolato e ponete in freezer per almeno un' ora perché si rapprenda. 
Capovolgetelo in un vassoio come se fosse un vero zuccotto di gelato e servitelo con un Passito dolce di Pantelleria. 

Condividi post
Repost0
30 novembre 2009 1 30 /11 /novembre /2009 13:55

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: 2 etti di mascarpone, 1 etto di savoiardi, 60 gr. di amaretti, 1 etto di zucchero, quattro tuorli, tre tazzine di caffe, frutta candita assortita, buccia di arancia,  mezzo bicchiere di Brandy

In una ciotola battere con la frusta i tuorli insieme a metà zucchero fin quando saranno ben spumosi e amalgamati. Incorporate il mascarpone e sbattetelo molto bene. Dividete il composto in due altri recipienti e unire metà al caffè freddo zuccherato e metà degli amaretti sbriciolati: all'altra parte incorporate 2 bicchierini di brandy e i restanti amaretti sbriciolati.
Foderare tutt'intorno ad una larga coppa i savoiardi inzuppati nel caffè e spalmare su metà la crema al caffè, e sull'altra la crema al brandy. Guarnire in cima con frutta candita e filamenti di buccia d'arancia tagliati sottilissimi come guarnizione. Tenere in frigo per almeno 3 ore. Servire questo dessert freddo con un Vin Santo dei Colli Perugini.

Condividi post
Repost0
30 novembre 2009 1 30 /11 /novembre /2009 13:37

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: due etti di albicocche secche, 100 gr, zucchero, 6 uova, una noce di mascarpone, 1 bicchiere di Brandy, mezzo litro di latte magro

Mettere le albicocche secche in immersione nel Brandy per almeno dodici ore, sgocciolarle, asciugarle, metterle in una ciotola con metà dello zucchero e farle cuocere per alcuni minuti. Quindi tritare le albicocche cotte nel mixer insieme a 4 tuorli e due uova intere, al mascarpone, al rimanente zucchero e al latte tiepido. Versare il composto in uno stampo da budino imburrato e porre nel forno in un altro recipiente a bagnomaria, finché la crema sarà consolidata e resisterà alla pressione delle dita. Controllate ogni tanto la cottura. Abbinate a questo dolce al cucchiaio, un buon Passito Albana di Romagna. 

Condividi post
Repost0
30 novembre 2009 1 30 /11 /novembre /2009 13:17

di Ninnj Di Stefano Busà

Ingredienti: 2 etti di savoiardi, 50 gr, mascarpone, 40 gr. ciliegine candite, 60 gr. zucchero, 4 tuorli sodi, 1 bicchierino di alchermes, liquore Mandarinetto (quanto è necessario), qualche pezzetto di mostarda a piacere..

Lasciare ammorbidire un po' il burro fuori dal frigo, porlo  in una ciotola e lavorarlo a crema con un cucchiaio di legno. Incorporarvi i tuorli sodi passati al setaccio, (va bene anche un colino, aiutandosi con un cucchiaino), lo zucchero, il bicchierino di alchermes, il mascarpone e continuare a lavorare il composto, fino a renderlo una crema omogenea e compatta. Passare velocemente  i savoiardi nel Mandarinetto e cominciare a fare gli strati in coppette singole. Primo strato i savoiardi spezzati in due o interi, (a seconda che coppette andrete ad usare), fare uno strato di crema, di nuovo savoiardi, di nuovo crema. Rifinire il dolce con le ciliegine candite poste in cima ad ogni coppetta e lasciate riposare in frigo per alcune ore. Prima di servire ponete in mezzo ad ogni coppetta le ciliegine candite e qualche pezzetto di mostarda tagliata a julienne per guarnizione, possibilmente di colore contrastante. 

Condividi post
Repost0
30 novembre 2009 1 30 /11 /novembre /2009 10:18

di Ninnj Di Stefani Busà

INGREDIENTI: 400 gr. di lenticchie cotte, (anche pronte in scatola, ma lavate sotto il getto dell'acqua e scolate della loro acqua di conservazione), 4 uova, 1 noce di mascarpone, 1 vaschetta di formaggio molle tipo philadelfia, una vaschetta di lamponi e ribes, 50 gr. zucchero, sale.

Per il budino
Frullate le lenticchie con le uova, il formaggio, la noce di mascarpone e lo zucchero, mettete il composto in un recipiente a bagnomaria nel forno e lasciatelo per un'ora ad asciugarsi e condensarsi a media temperatura. Quando il budino è pronto, sfornatelo e mettetelo su un elegante vassoio, distribuite sopra una bella salsina fatta di 30 gr. di lamponi e 3 cucchiai di zucchero frullati insieme a 2 pizzichi di peperoncino piccante e una presa di noce moscata. Versate questa salsina sul budino di lenticchie e ponetevi in cima come guarnizione delle striscioline sottilissime di buccia d'arancia non trattata, oppure dei pezzetti sottilissimi di mostarda tagliati a julienne e alcuni chicchi di ribes.

Per la salsina: 30 gr. di lamponi e 3 cucchiai di zucchero con 2 pizzichi di peperoncino in polvere e una presa di noce moscata, insieme ad uno spruzzo di maraschino. Mescolate bene e lasciatelo cadere a cucchiaiate sul budino in modo che si sistemi a rivoli lungo il dorso del budino. Molto decorativo risulta  porre il budino su un letto di arance tagliate a vivo a fettine sottili e servire in tavola con un Salopaga bianco.

Condividi post
Repost0
28 novembre 2009 6 28 /11 /novembre /2009 09:00

di Ninnj Di Stefano Busà

Ingredienti: 300 gr. tagliatelle all'uovo fresche, 100 gr. di speck tagliato spesso in una sola fetta, 80 gr. ricotta dura, 1 scalogno, 50 gr. di noci, 4 cucchiai di pecorino grattugiato, 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, 2 cucchiai di basilico, olio extravergine di oliva, una spruzzata di Cognac, sale e pepe q.b

Mettete l'acqua bollente salata per le tagliatelle. Tagliate lo speck a striscioline sottili e rosolatelo con 2 cucchiai di olio in una padella antiaderente, sfumatelo con una spruzzatina di Cognac, mettete da parte lo speck e nella stessa padella fate rosolare lo scalogno affettato sottile con un cucchiaio d'olio. Scolate le tagliatelle al dente, unite tutti gli ingredienti in padella, aggiungete  i formaggi e la ricotta dura tagliata grossolanamente, il basilico tritato. Infine, cospargete tutto con le noci tritate e servite in tavola il piatto caldissimo. Abbinamento ottimo è un Rosso Carmignano o un Cabernet di Breganze leggermente refrigerati.

Condividi post
Repost0
28 novembre 2009 6 28 /11 /novembre /2009 08:28

di Ninnj Di Stefano Busà

Ingredienti:  due uova, 2 porri, 1 peperone rosso media grandezza, 2 noci di burro, 2 rametti di prezzemolo, 3 cucchiai di parmigiano grattugiato, 3 cucchiai di pecorino grattugiato, 2 cucchiai di farina, 1 bustina di lievito per torte salate, sale e pepe q.b

Lavate il peperone, privandolo dei semi e asciugandolo. Tagliatelo a pezzetti. Pulite i porri eliminando la parte verde più dura e affettandoli a rondelle non troppo sottili. Ponete porri e peperoni in una padella antiaderente con una noce di burro e un pizzico di sale e soffriggete a fuoco basso per alcuni minuti, aggiungete il prezzemolo tritato. Montate a neve i due albumi (att. con un pizzico di sale, perché montino meglio). Sbattete i tuorli in una ciotola, aggiungete i formaggi e la farina mescolata al lievito piano piano. Amalgamate tutti gli ingredienti insieme agli albumi montati fino ad ottenere un composto di media densità. Versatelo in una teglia antiaderente rivestita di carta da forno umida, oppure, ungete la teglia di burro e spolverizzatela di farina (come preferite), fate emergere in superficie i pezzi di peperoni e porro in modo che si vedano. Ponete in forno a 180° per 20 minuti, finché la superficie non risulti ben croccante e dorata. Abbinamento ideale a questa squisitezza un buon Gambellara bianco refrigerato. 

Condividi post
Repost0
27 novembre 2009 5 27 /11 /novembre /2009 18:11

di Ninnj Di Stefano Busà

Questi involtini semplici da realizzare e di ottimo sapore vi faranno guadagnare in linea, perchè sono dietetici e senza grassi aggiunti, oltre che gustosi e facili da realizzare. Vi occorrono 20 minuti

INGREDIENTI:  8 foglie di coste, 1 busta di fiocchi di patate per purè, 1 uovo, 150 gr. scamorza affumicata, mezzo litro o poco più di latte magro, 6 foglioline di basilico, 1 spicchio d'aglio, una spruzzata di liquore mandarinetto, olio extravergine di oliva,  2 ciuffi di prezzemolo.

Fate un purè utilizzando la busta in fiocchi di patate che trovate in qualunque supermercato, la quantità di latte dipenderà dalla disidratazione dei tipo di fiocchi che userete, quindi aggiungetelo poco alla volta fin quando il purè è ben sodo, incorporate l'uovo, la scamorza affumicata tagliata a dadolini finissimi, il basilico, aggiungete il prezzemolo tritato fine, regolate di sale e pepe. Mettete tutto il composto da parte. Tuffate per pochi secondi le foglie di coste lavate e asciugate in acqua bollente salata, scolatele delicatamente, asciugatele un pò su un canovaccio o su carta assorbente da cucina, togliete l'acqua in eccesso e distribuite su ogni foglia il ripieno, arrotolando come un involtino, avendo cura di chiudere (ribattendoli) per primi i bordi laterali della foglia per evitare che fuoriesca il condimento. Partendo dal lato di sotto di ogni foglia avvolgetela su se stessa arrotolandola. Quando tutte sono pronte, allineatele su una teglia antiaderente coprendo il fondo con carta da cucina umida. Intrideteli di un filo d'olio su tutta la superficie, spruzzate sopra il liquore al mandarinetto e ponete in forno per 15 minuti. Servite in tavola caldi o freddi.  Sono ottimi accompagnati con altro purè o con fettine di pomodori freschi come guarnizione. Il vino che vi consiglio è un Freisa di Chieri.

Condividi post
Repost0
27 novembre 2009 5 27 /11 /novembre /2009 17:17

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: Lamponi freschi o surgelati (hanno lo stesso rendimento), 300 gr. pesche gialle mature, 1 yogurt denso (tipo greco), 150 gr. ricotta fresca, 80 gr. di zucchero, 2 albumi montati a neve, biscotti "lingue di gatto" per guarnizione.

Mettete tutto nel mixer: i lamponi, le pesche sbucciate e tagliate a pezzetti, lo zucchero, la ricotta, lo yogurt. Frullate tutti gli ingredienti. Quando avrete ottenuto una crema densa e omogenea, aggiungete gli albumi montati a neve fermissima. Mescolate bene dal basso verso l'alto (per non incamerare aria che ridurrebbe la resa). Suddividete il dessert in coppette singole e ponete in frigo per almeno due ore. Al momento di servirle decorate con altri lamponi o mirtilli o pezzettini piccoli di pesca in superficie e 2 biscotti a guarnizione per ogni coppetta, del tipo "lingue di gatto" .

Condividi post
Repost0